© 2017 Comune di Albinea

Policy   |   Cookies

biblioteca@comune.albinea.re.it   |   via Morandi, 9 (Albinea - RE) |  tel. 0522 590262

  • Facebook Basic Black
  • Black YouTube Icon

Albinea Jazz è promosso da

Con il contributo di

VILLA 

TARABINI

PARCO FOLA

Via Giuseppe Garibaldi, 16

42020 Albinea (RE)

© Enrico Franzoni

Villa Tarabini - Parco Fola

Villa Tarabini, assieme al parco circostante, denominato "Parco Fola", è considerato il simbolo storico, sociale, culturale ed architettonico del Comune di Albinea. 

Posto in cima ad un rilievo naturale in posizione panoramica, l’edificio principale venne presumibilmente costruito tra il XV e il XVI secolo. Nel 1616 i Padri Gesuiti di Reggio Emilia acquistarono da Alberto Zaneletti il poggio denominato "Colombarone", che venne ampliato con successivi acquisti di terreno e trasformato in residenza estiva. Il podere era coltivato a cereali, alberi da frutta, prati-pascoli, vite e, fino alla gelata del 1709, anche a olivo. La villa fu costruita presumibilmente nel 1627 e quando, nel 1773, la Compagnia di Gesù venne soppressa dalla Santa Sede, la tenuta fu acquistata dai Signori Greppi che, nel 1818, la cedettero alla famiglia Bosisio. Fu poi venduta ai Viganò, ai Tarabini, quindi ai Messina, ai Bentivoglio-Strocco, ai Pezzuoli, Massari Scaruffi, alla Società Eridania ed infine a Viganò S.p.A.

Il complesso è costituito dalla villa padronale, dal parco circostante e da alcuni fabbricati di servizio, tra i quali un oratorio in stile neogotico dedicato a S. Francesco Saverio, che assunse le attuali caratteristiche nel 1840, quando proprietari erano i Conti Tarabini.

Dal 2002 la Villa e parte del parco sono di proprietà del Comune di Albinea, che li ha destinati ad un progetto di restauro e riqualificazione. La volontà dell'Amministrazione comunale di renderli fruibili alla cittadinanza fissa il proprio intento di assicurare al complesso destinazioni legate alla cultura ed alla accoglienza ricercando possibili sinergie con le eccellenze del territorio, a beneficio dei cittadini di Albinea.